Approvato l’istituzione del nuovo ITS ELAIA

//Approvato l’istituzione del nuovo ITS ELAIA

Approvato l’istituzione del nuovo ITS ELAIA

Approvato l’istituzione del nuovo ITS ELAIA, AREA TECNOLOGICA Tecnologie Innovative per i beni e le attività culturali AMBITO Turismo e attività culturali DENOMINAZIONE ITS ELAIA SOGGETTO CAPOFILA IPSEOA Gagliardi Vibo Valentia VV. Tra i partner si colloca anche ARCA.

La Regione Calabria ha concluso l’iter per l’individuazione delle delle proposte progettuali per la istituzione dei nuovi ITS, con la finalità di rafforzare la distribuzione dell’offerta formativa dell’istruzione tecnica superiore sull’intero territorio regionale e tenere conto dell’esigenza di formazione specialistica collegata alle possibilità di sviluppo dei territori in relazione alle proprie vocazioni ed allo specifico tessuto imprenditoriale e culturale si è conclusa la procedura finalizzata all’ampliamento dell’offerta formativa relativa all’Istruzione Tecnica Superiore

Gli Istituti Tecnici Superiori sono “scuole ad alta specializzazione tecnologica”, nate per rispondere alla domanda delle imprese di nuove ed elevate competenze tecniche e tecnologiche.
Essi formano tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività e costituiscono il segmento di formazione terziaria non universitaria.

Si costituiscono secondo la forma della Fondazione di partecipazione che comprende scuole, enti di formazione, imprese, università e centri di ricerca, enti locali.
Non si tratta di un prolungamento del sesto e settimo anno della scuola superiore ma di corsi professionalizzanti di alta specializzazione tecnica realizzati secondo i modelli internazionali più avanzati (le SUPSI svizzere, le IUT francesi e le Fachhochschule tedesche) e miranti ad attribuire le competenze spesso richieste dalle imprese e dal mondo del lavoro sia pubblico che privato, acquisendo, così, una specifica identità culturale e formativa.

Gli ITS si collocano nel percorso di riforma dell’istruzione tecnica e professionale, come valore aggiunto e fattore competitivo nell’economia del Paese, contribuendo al contrasto alla disoccupazione giovanile e alla dispersione scolastica attraverso l’istruzione tecnica e professionale ed un maggior raccordo tra mondo del lavoro e dell’istruzione.

By | 2019-07-30T16:44:02+02:00 Aprile 23rd, 2019|News|0 Commenti